Tappeti vintage

Chiudi filtri
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Resetta filtri
  • più ...
Nessun risultato trovato per il filtro!
1 Da 4

Tappeti vintage

Vintage, rétro, shabby: sicuramente ne avrete già sentito parlare, ma che cosa contraddistingue un autentico tappeto vintage, un look rétro o uno stile shabby chic? Gli accessori in look vintage non sono solo dei semplici complementi d’arredo, donano anche un tocco di nostalgia e personalità alla vostra casa. Spesso è proprio la combinazione tra nostalgici tappeti vintage e un mobilio tradizionale in used look a rendere la casa davvero accogliente. Suggestivi pezzi unici, tesori dal mercatino dell’usato o oggetti da collezione sono messi particolarmente in risalto in un ambiente con tappeti rétro e altri accessori. In questo modo si crea un’atmosfera di comfort e tradizione, che vi farà sentire davvero a casa. Intramontabili ed eleganti, i tappeti vintage in used look o shabby chic non si lasciano definire da tendenze o mode passeggere, bensì conferiscono un fascino unico allo studio, alla camera da letto o al soggiorno. 

Cosa significano i termini “vintage” e “rétro”? 

Vintage 

Nel campo della moda e del design il termine “vintage” descrive uno stile che imita le linee del passato o lavora con oggetti o mobili antichi e per lo più usati. Spesso vengono presi a modello trend particolarmente amati e di successo di epoche passate. Il “vintage” autentico, per esempio nei settori dell’abbigliamento o dell’arredamento, spesso è davvero antico e originale.

Rétro 

A differenza del vintage autentico, lo stile rétro comprende per lo più nuovi design che non sono effettivamente antichi, ma che si ispirano a tendenze passate famose. Tratti, look e forme popolari vengono rivisitati e tradotti in un concetto moderno che fa rivivere il design delle epoche passate.

Stile vintage 

I complementi d’arredo in “stile vintage” sono di nuova produzione e spesso viene conferito loro uno used look affinché sembrino antichi o usati. Molte volte vengono accostati a veri e propri pezzi unici vintage. Per descriverne l’aspetto consumato, si ricorre anche all’espressione “shabby chic”. Con mobili in stile vintage potete mettere in particolare risalto i vostri oggetti da collezione o i vostri tesori dal mercatino dell’usato.

Used look 

Lo “used look” di tendenza è particolarmente apprezzato per i complementi d’arredo, che vengono concepiti o lavorati in modo da sembrare già usati. Questo effetto viene creato intenzionalmente e non dice nulla sulla condizione o sull’antichità dell’oggetto. Lo used look si presta a tappeti cui viene conferito maggiore carattere attraverso l’aspetto consumato, ma che allo stesso tempo sono ancora robusti e intatti. In questo modo, trasmettono una sensazione accogliente senza svantaggi in termini di qualità.

Cos’è un tappeto vintage? 

Da tempo, i tappeti vintage sono una delle principali tendenze tra gli accessori per la casa e nell’arredamento d’interni. Quali suggestivi elementi di richiamo, conferiscono alla stanza un fascino molto particolare. Un tappeto vintage non deve essere per forza vecchio o consumato, poiché il design di tendenza di un modello classico è disponibile anche in qualità moderna. I tappeti rétro offrono la combinazione ideale di materiali contemporanei, una lavorazione di alta qualità e un design apprezzato e ben noto. Affinché un accessorio per la casa in stile vintage di nuova produzione ottenga l’aspetto “usato” desiderato, la lavorazione avviene volutamente in “used look”, che gli conferisce un carattere particolare. Per realizzare i design rétro più apprezzati, i produttori ricorrono a ornamenti classici, per lo più di ispirazione orientale, e a motivi floreali, ai quali già durante la lavorazione viene dato un aspetto invecchiato. Il risultato è un tappeto vintage in fibre sintetiche moderne e pratiche il cui aspetto non ha nulla da invidiare a un tappeto antico, grazie ai motivi classici, agli ornamenti elaborati e ai colori sbiaditi, pur beneficiando di tutti i vantaggi di un accessorio moderno: il complemento ideale per il vostro mobilio, che sia vintage autentico, rétro o shabby chic.

Il tappeto vintage giusto per un look perfetto 

I tappeti vintage non sono tutti uguali. Il vostro arredamento è unico come voi, pertanto anche il nuovo tappeto vintage deve adattarsi al vostro stile d’interni. Ovviamente, ognuno ha i propri gusti, ma se desiderate animare la vostra casa con un mobilio alla moda e un fascino d’altri tempi, un tappeto in stile vintage o rétro è l’accessorio ideale. Il look versatile di questi eleganti tappeti completa diversi stili, lasciando il centro della scena al vostro mobilio e abbinandosi a numerosi trend di arredamento attualmente in auge.

Arredamento rustico 

La parola che meglio descrive lo stile rustico è: accogliente. Questo stile di arredamento estremamente popolare è perfetto per originali tappeti vintage che non solo sono belli da vedere, ma che offrono anche una sensazione alla camminata meravigliosamente delicata. Che ne pensate di un tappeto persiano grigio chiaro, per esempio? Particolarmente morbido e soffice, è l’ideale per un ambiente accogliente. E chi dice che i tappeti vintage debbano sempre essere decorati con dei motivi? Concedete una vera carezza ai vostri piedi.

Realizzazione dello stile industriale 

Lo stile industriale dona un effetto di maggiore solidità, dato in particolare dall’impiego di materiali robusti come il legno e il metallo. Eppure, un tappeto vintage è l’ideale anche per questo stile di arredamento, poiché grazie all’ampia scelta di materiali troverete sempre quello che fa per voi. Oltre a svariati materiali sintetici, vengono impiegate anche fibre naturali resistenti come la juta. Inoltre, lo used look di tendenza dall’aspetto vissuto e usato è perfetto per un ambiente rustico e al contempo accogliente.

Soggiorno dal design purista

Anche chi preferisce un look più purista e minimalista sarà soddisfatto con gli originali tappeti rétro in stile vintage, poiché offrono un’ampia scelta di modelli colorati, perfettamente adatti come base per un arredamento d’interni. Abbinati a suggestivi pezzi unici in shabby chic, i tappeti vintage a motivi sono una vera attrazione e una calamita per gli occhi nel vostro soggiorno. Mettono abilmente in risalto il vostro mobilio e gli altri accessori d’arredo, fornendo la base per un’atmosfera unica.

Camera da letto

La camera da letto, invece, è la stanza perfetta per colori sobri e discreti che creino un’atmosfera delicata e accogliente dall’effetto rilassante. I tappeti vintage in tonalità tenui come beige o grigio-blu sono particolarmente adatti a questo scopo, poiché rasserenano la stanza grazie al loro aspetto discreto e conferiscono al contempo un’atmosfera accogliente con il loro look rétro. Grazie ai migliori materiali e a una lavorazione di alta qualità, anche al tatto i tappeti vintage moderni si addicono a questo ambiente: i materiali impiegati garantiscono un pelo dalla morbidezza unica e una sensazione alla camminata delicata e soffice come le nuvole. Così potete rilassarvi e godervi il meritato riposo.

Materiali pratici e morbidi per tappeti rétro

Anche se i tappeti vintage e quelli in stile rétro sembrano vecchi e usati, non devono per forza essere realizzati con materiali d’altri tempi o di scarsa qualità, perché il popolare used look è un elemento di design e non il risultato di una lavorazione scadente. Oltre agli autentici tappeti vintage, che sono effettivamente antichi e che già per questo motivo devono essere prodotti con un materiale robusto, i nuovi tappeti vintage sono realizzati con fibre naturali resistenti, come la juta e la lana, o con fibre sintetiche pratiche e durevoli. Materiali moderni come il poliestere o il polipropilene sono dei veri tuttofare che entusiasmano per la loro versatilità, il design e la pratica manutenzione. Grazie a una lavorazione moderna, i tappeti vintage praticamente non conoscono limiti. Si possono trovare ornamenti orientali classici con decorazioni elaborate e colori intensi oppure look sbiaditi che destano l’impressione di avere una lunga storia. Anche la sensazione alla camminata dei tappeti rétro moderni è individuale e spazia da robuste trame piatte fino a modelli morbidi e soffici, perché possiate trovare sempre l’accessorio giusto per la vostra casa. Ciò che accomuna tutti i tappeti vintage è soprattutto il design unico, il tocco di tradizione e, naturalmente, un fascino accogliente e confortevole.

Fibre naturali

La lana è una delle fibre naturali più popolari. Chi non ha mai avuto un capo d’abbigliamento o un accessorio per la casa fatto di lana? Questo versatile tessuto è perfetto per tappeti vintage accoglienti e convince in particolare per la meravigliosa sensazione di morbidezza al tatto, poiché a differenza delle altre fibre naturali, con la lana è possibile realizzare anche soffici tappeti a pelo lungo e morbidi modelli in stile rétro. Inoltre, va ricordato che questo materiale è molto robusto e durevole, ma anche delicato sui pavimenti sensibili. Ecco perché molti tappeti realizzati in fibre più robuste, come per esempio la juta, sono dotati di un retro in cotone.

Essendo un materiale particolarmente resistente, la juta è parte integrante di ogni produzione tessile già da molti secoli. Come base per abbigliamento e articoli tessili quali sacchi o panni, come borsa o come materiale per accessori per la casa quali tappeti vintage alla moda: la juta convince in qualsiasi impiego e ispira con un accogliente look naturale. Particolarmente adatta per i tessuti a trama piatta, attraverso la sua struttura naturale conferisce a un tappeto rétro o vintage uno used look semplice, che crea al contempo un’atmosfera accogliente e confortevole. I tappeti in juta sono l’elemento di design ideale per stili di arredamento liberi e creativi, come il boho chic o lo stile rustico francese. La tonalità di colore neutra mette particolarmente in risalto l’arredamento individuale, per esempio in shabby chic o in autentico stile vintage.

La fibra di sisal è un materiale impiegato principalmente per realizzare corde e funi, ma è anche particolarmente apprezzata nel suo utilizzo per i tessili per la casa. I tappeti vintage in sisal convincono per la lunga durata e la superficie resistente che offre una sensazione unica alla camminata, poiché la struttura grezza massaggia piacevolmente i piedi. Simile alla juta, con il look naturale e la variazione cromatica semplice, il sisal è ideale per tappeti rétro in stile vintage, che non dominano sul mobilio mettendolo abilmente in risalto.

Fibre sintetiche e viscosa semi-sintetica 

Le fibre sintetiche come il poliestere e la viscosa sono particolarmente versatili e possono essere prodotte in praticamente qualsiasi forma e colore. La creatività nel campo dei tessili per la casa praticamente non conosce limiti. Queste fibre sintetiche sono particolarmente adatte come materiale per tappeti vintage anche perché sono estremamente robuste e resistenti, nonché facilissime da pulire. Con le fibre sintetiche, gli ornamenti riccamente decorati dei classici tappeti vintage possono essere riprodotti altrettanto accuratamente quanto lo used look di tendenza di tappeti consumati dal tempo, senza tuttavia dover rinunciare al comfort di un tappeto nuovo dalle eccellenti proprietà di cura. Oltre che per il design in stile vintage, i tappeti rétro in fibre sintetiche entusiasmano per il delicato pelo meravigliosamente morbido, poiché a differenza delle fibre naturali, il poliestere e la viscosa sono soffici e morbidi. Le fibre sintetiche si prestano alla realizzazione di morbidi tappeti a pelo lungo, nonché di robuste trame piatte, praticamente indistruttibili e ideali in uno stile industriale o in abbinamento a un arredamento shabby chic. Se desiderate il meglio da questi due mondi, i tappeti vintage in viscosa, poliestere o altre fibre sintetiche sono proprio quello che fa per voi. Naturalmente, tutti i materiali e prodotti impiegati nella lavorazione sono testati secondo direttive severe e quindi certificati privi di sostanze nocive. 

Un tappeto used look che si mantenga nel tempo: 3 consigli per la cura

Aspirare regolarmente

Il primo consiglio per la cura è anche il più facile e importante: aspirare regolarmente. Aspirando a intervalli regolari il vostro tappeto vintage con l’aspirapolvere, evitate che lo sporco rimanga intrappolato nel tessuto, diventando difficile da rimuovere in seguito. Che si tratti di polvere, briciole o dello sporco quotidiano che si porta in casa dall’esterno, passando semplicemente l’aspirapolvere liberate il vostro tappeto dalla maggior parte delle impurità. Fondamentalmente, potete aspirare senza problemi qualsiasi tipo di tappeto, dal momento che sia le fibre naturali che i materiali sintetici non si danneggiano. Così potrete prevenire anche la formazione di antiestetici aloni derivanti dalla combinazione di acqua e particelle di sporco, che potrebbero rovinare velocemente il tappeto. Grazie a questo semplice consiglio lo used look del vostro tappeto vintage rimarrà un elemento di design alla moda, senza trasformarsi in una triste verità.  

Non lasciare seccare le macchie 

Succede a tutti: si cerca di stare particolarmente attenti, ma prima ancora di rendersene conto, ecco che si verifica un inconveniente e il bel tappeto vintage si macchia. Ma questo non è un motivo per farsi prendere dal panico. L’importante è non lasciare seccare la macchia, ma agire velocemente sul tappeto rétro. Pertanto, prestate attenzione in particolare alle istruzioni per la cura senza attendere troppo a lungo. Per i tappeti più piccoli, è sufficiente sbatterli all’aperto e lavarli con un po’ di shampoo o un detergente delicato nella vasca da bagno o nella doccia. Tuttavia, lasciate sempre asciugare bene il vostro tappeto vintage per evitare la conseguente formazione di aloni o muffa. Sui tappeti più grandi le macchie possono essere rimosse facilmente con un detergente specifico in polvere o in schiuma. Anche in questo caso, fate attenzione alle istruzioni per l’uso del detergente e alle istruzioni per la cura dei vostri tappeti, poiché la tollerabilità può variare a seconda del materiale.

Girare il tappeto di 180° 

A primo impatto potrà sembrare un consiglio strano o forse superfluo, ma è consigliabile prestare molta attenzione al vostro tappeto vintage e alla disposizione della stanza. La luce del giorno e i punti di pressione possono deteriorare il vostro tappeto tanto quanto lo sporco e le macchie, anche se i danni non sono immediatamente visibili. Mobili pesanti o sedute usate frequentemente gravano con il loro peso sulla superficie del tappeto vintage e possono imprimersi e danneggiarlo in modo permanente. Inoltre, l’esposizione prolungata alla luce del giorno fa sì che i colori si sbiadiscano. Per far fronte a questi problemi, il più delle volte è sufficiente girare il tappeto rétro di 180° due volte l’anno al fine di proteggere i punti sollecitati. È così semplice prendervi cura del vostro tappeto vintage, affinché si mantenga nel tempo! 

Vintage, rétro, shabby: sicuramente ne avrete già sentito parlare, ma che cosa contraddistingue un autentico tappeto vintage, un look rétro o uno stile shabby chic? Gli accessori in look vintage... leggi di più »
Chiudi finestra
Tappeti vintage

Vintage, rétro, shabby: sicuramente ne avrete già sentito parlare, ma che cosa contraddistingue un autentico tappeto vintage, un look rétro o uno stile shabby chic? Gli accessori in look vintage non sono solo dei semplici complementi d’arredo, donano anche un tocco di nostalgia e personalità alla vostra casa. Spesso è proprio la combinazione tra nostalgici tappeti vintage e un mobilio tradizionale in used look a rendere la casa davvero accogliente. Suggestivi pezzi unici, tesori dal mercatino dell’usato o oggetti da collezione sono messi particolarmente in risalto in un ambiente con tappeti rétro e altri accessori. In questo modo si crea un’atmosfera di comfort e tradizione, che vi farà sentire davvero a casa. Intramontabili ed eleganti, i tappeti vintage in used look o shabby chic non si lasciano definire da tendenze o mode passeggere, bensì conferiscono un fascino unico allo studio, alla camera da letto o al soggiorno. 

Cosa significano i termini “vintage” e “rétro”? 

Vintage 

Nel campo della moda e del design il termine “vintage” descrive uno stile che imita le linee del passato o lavora con oggetti o mobili antichi e per lo più usati. Spesso vengono presi a modello trend particolarmente amati e di successo di epoche passate. Il “vintage” autentico, per esempio nei settori dell’abbigliamento o dell’arredamento, spesso è davvero antico e originale.

Rétro 

A differenza del vintage autentico, lo stile rétro comprende per lo più nuovi design che non sono effettivamente antichi, ma che si ispirano a tendenze passate famose. Tratti, look e forme popolari vengono rivisitati e tradotti in un concetto moderno che fa rivivere il design delle epoche passate.

Stile vintage 

I complementi d’arredo in “stile vintage” sono di nuova produzione e spesso viene conferito loro uno used look affinché sembrino antichi o usati. Molte volte vengono accostati a veri e propri pezzi unici vintage. Per descriverne l’aspetto consumato, si ricorre anche all’espressione “shabby chic”. Con mobili in stile vintage potete mettere in particolare risalto i vostri oggetti da collezione o i vostri tesori dal mercatino dell’usato.

Used look 

Lo “used look” di tendenza è particolarmente apprezzato per i complementi d’arredo, che vengono concepiti o lavorati in modo da sembrare già usati. Questo effetto viene creato intenzionalmente e non dice nulla sulla condizione o sull’antichità dell’oggetto. Lo used look si presta a tappeti cui viene conferito maggiore carattere attraverso l’aspetto consumato, ma che allo stesso tempo sono ancora robusti e intatti. In questo modo, trasmettono una sensazione accogliente senza svantaggi in termini di qualità.

Cos’è un tappeto vintage? 

Da tempo, i tappeti vintage sono una delle principali tendenze tra gli accessori per la casa e nell’arredamento d’interni. Quali suggestivi elementi di richiamo, conferiscono alla stanza un fascino molto particolare. Un tappeto vintage non deve essere per forza vecchio o consumato, poiché il design di tendenza di un modello classico è disponibile anche in qualità moderna. I tappeti rétro offrono la combinazione ideale di materiali contemporanei, una lavorazione di alta qualità e un design apprezzato e ben noto. Affinché un accessorio per la casa in stile vintage di nuova produzione ottenga l’aspetto “usato” desiderato, la lavorazione avviene volutamente in “used look”, che gli conferisce un carattere particolare. Per realizzare i design rétro più apprezzati, i produttori ricorrono a ornamenti classici, per lo più di ispirazione orientale, e a motivi floreali, ai quali già durante la lavorazione viene dato un aspetto invecchiato. Il risultato è un tappeto vintage in fibre sintetiche moderne e pratiche il cui aspetto non ha nulla da invidiare a un tappeto antico, grazie ai motivi classici, agli ornamenti elaborati e ai colori sbiaditi, pur beneficiando di tutti i vantaggi di un accessorio moderno: il complemento ideale per il vostro mobilio, che sia vintage autentico, rétro o shabby chic.

Il tappeto vintage giusto per un look perfetto 

I tappeti vintage non sono tutti uguali. Il vostro arredamento è unico come voi, pertanto anche il nuovo tappeto vintage deve adattarsi al vostro stile d’interni. Ovviamente, ognuno ha i propri gusti, ma se desiderate animare la vostra casa con un mobilio alla moda e un fascino d’altri tempi, un tappeto in stile vintage o rétro è l’accessorio ideale. Il look versatile di questi eleganti tappeti completa diversi stili, lasciando il centro della scena al vostro mobilio e abbinandosi a numerosi trend di arredamento attualmente in auge.

Arredamento rustico 

La parola che meglio descrive lo stile rustico è: accogliente. Questo stile di arredamento estremamente popolare è perfetto per originali tappeti vintage che non solo sono belli da vedere, ma che offrono anche una sensazione alla camminata meravigliosamente delicata. Che ne pensate di un tappeto persiano grigio chiaro, per esempio? Particolarmente morbido e soffice, è l’ideale per un ambiente accogliente. E chi dice che i tappeti vintage debbano sempre essere decorati con dei motivi? Concedete una vera carezza ai vostri piedi.

Realizzazione dello stile industriale 

Lo stile industriale dona un effetto di maggiore solidità, dato in particolare dall’impiego di materiali robusti come il legno e il metallo. Eppure, un tappeto vintage è l’ideale anche per questo stile di arredamento, poiché grazie all’ampia scelta di materiali troverete sempre quello che fa per voi. Oltre a svariati materiali sintetici, vengono impiegate anche fibre naturali resistenti come la juta. Inoltre, lo used look di tendenza dall’aspetto vissuto e usato è perfetto per un ambiente rustico e al contempo accogliente.

Soggiorno dal design purista

Anche chi preferisce un look più purista e minimalista sarà soddisfatto con gli originali tappeti rétro in stile vintage, poiché offrono un’ampia scelta di modelli colorati, perfettamente adatti come base per un arredamento d’interni. Abbinati a suggestivi pezzi unici in shabby chic, i tappeti vintage a motivi sono una vera attrazione e una calamita per gli occhi nel vostro soggiorno. Mettono abilmente in risalto il vostro mobilio e gli altri accessori d’arredo, fornendo la base per un’atmosfera unica.

Camera da letto

La camera da letto, invece, è la stanza perfetta per colori sobri e discreti che creino un’atmosfera delicata e accogliente dall’effetto rilassante. I tappeti vintage in tonalità tenui come beige o grigio-blu sono particolarmente adatti a questo scopo, poiché rasserenano la stanza grazie al loro aspetto discreto e conferiscono al contempo un’atmosfera accogliente con il loro look rétro. Grazie ai migliori materiali e a una lavorazione di alta qualità, anche al tatto i tappeti vintage moderni si addicono a questo ambiente: i materiali impiegati garantiscono un pelo dalla morbidezza unica e una sensazione alla camminata delicata e soffice come le nuvole. Così potete rilassarvi e godervi il meritato riposo.

Materiali pratici e morbidi per tappeti rétro

Anche se i tappeti vintage e quelli in stile rétro sembrano vecchi e usati, non devono per forza essere realizzati con materiali d’altri tempi o di scarsa qualità, perché il popolare used look è un elemento di design e non il risultato di una lavorazione scadente. Oltre agli autentici tappeti vintage, che sono effettivamente antichi e che già per questo motivo devono essere prodotti con un materiale robusto, i nuovi tappeti vintage sono realizzati con fibre naturali resistenti, come la juta e la lana, o con fibre sintetiche pratiche e durevoli. Materiali moderni come il poliestere o il polipropilene sono dei veri tuttofare che entusiasmano per la loro versatilità, il design e la pratica manutenzione. Grazie a una lavorazione moderna, i tappeti vintage praticamente non conoscono limiti. Si possono trovare ornamenti orientali classici con decorazioni elaborate e colori intensi oppure look sbiaditi che destano l’impressione di avere una lunga storia. Anche la sensazione alla camminata dei tappeti rétro moderni è individuale e spazia da robuste trame piatte fino a modelli morbidi e soffici, perché possiate trovare sempre l’accessorio giusto per la vostra casa. Ciò che accomuna tutti i tappeti vintage è soprattutto il design unico, il tocco di tradizione e, naturalmente, un fascino accogliente e confortevole.

Fibre naturali

La lana è una delle fibre naturali più popolari. Chi non ha mai avuto un capo d’abbigliamento o un accessorio per la casa fatto di lana? Questo versatile tessuto è perfetto per tappeti vintage accoglienti e convince in particolare per la meravigliosa sensazione di morbidezza al tatto, poiché a differenza delle altre fibre naturali, con la lana è possibile realizzare anche soffici tappeti a pelo lungo e morbidi modelli in stile rétro. Inoltre, va ricordato che questo materiale è molto robusto e durevole, ma anche delicato sui pavimenti sensibili. Ecco perché molti tappeti realizzati in fibre più robuste, come per esempio la juta, sono dotati di un retro in cotone.

Essendo un materiale particolarmente resistente, la juta è parte integrante di ogni produzione tessile già da molti secoli. Come base per abbigliamento e articoli tessili quali sacchi o panni, come borsa o come materiale per accessori per la casa quali tappeti vintage alla moda: la juta convince in qualsiasi impiego e ispira con un accogliente look naturale. Particolarmente adatta per i tessuti a trama piatta, attraverso la sua struttura naturale conferisce a un tappeto rétro o vintage uno used look semplice, che crea al contempo un’atmosfera accogliente e confortevole. I tappeti in juta sono l’elemento di design ideale per stili di arredamento liberi e creativi, come il boho chic o lo stile rustico francese. La tonalità di colore neutra mette particolarmente in risalto l’arredamento individuale, per esempio in shabby chic o in autentico stile vintage.

La fibra di sisal è un materiale impiegato principalmente per realizzare corde e funi, ma è anche particolarmente apprezzata nel suo utilizzo per i tessili per la casa. I tappeti vintage in sisal convincono per la lunga durata e la superficie resistente che offre una sensazione unica alla camminata, poiché la struttura grezza massaggia piacevolmente i piedi. Simile alla juta, con il look naturale e la variazione cromatica semplice, il sisal è ideale per tappeti rétro in stile vintage, che non dominano sul mobilio mettendolo abilmente in risalto.

Fibre sintetiche e viscosa semi-sintetica 

Le fibre sintetiche come il poliestere e la viscosa sono particolarmente versatili e possono essere prodotte in praticamente qualsiasi forma e colore. La creatività nel campo dei tessili per la casa praticamente non conosce limiti. Queste fibre sintetiche sono particolarmente adatte come materiale per tappeti vintage anche perché sono estremamente robuste e resistenti, nonché facilissime da pulire. Con le fibre sintetiche, gli ornamenti riccamente decorati dei classici tappeti vintage possono essere riprodotti altrettanto accuratamente quanto lo used look di tendenza di tappeti consumati dal tempo, senza tuttavia dover rinunciare al comfort di un tappeto nuovo dalle eccellenti proprietà di cura. Oltre che per il design in stile vintage, i tappeti rétro in fibre sintetiche entusiasmano per il delicato pelo meravigliosamente morbido, poiché a differenza delle fibre naturali, il poliestere e la viscosa sono soffici e morbidi. Le fibre sintetiche si prestano alla realizzazione di morbidi tappeti a pelo lungo, nonché di robuste trame piatte, praticamente indistruttibili e ideali in uno stile industriale o in abbinamento a un arredamento shabby chic. Se desiderate il meglio da questi due mondi, i tappeti vintage in viscosa, poliestere o altre fibre sintetiche sono proprio quello che fa per voi. Naturalmente, tutti i materiali e prodotti impiegati nella lavorazione sono testati secondo direttive severe e quindi certificati privi di sostanze nocive. 

Un tappeto used look che si mantenga nel tempo: 3 consigli per la cura

Aspirare regolarmente

Il primo consiglio per la cura è anche il più facile e importante: aspirare regolarmente. Aspirando a intervalli regolari il vostro tappeto vintage con l’aspirapolvere, evitate che lo sporco rimanga intrappolato nel tessuto, diventando difficile da rimuovere in seguito. Che si tratti di polvere, briciole o dello sporco quotidiano che si porta in casa dall’esterno, passando semplicemente l’aspirapolvere liberate il vostro tappeto dalla maggior parte delle impurità. Fondamentalmente, potete aspirare senza problemi qualsiasi tipo di tappeto, dal momento che sia le fibre naturali che i materiali sintetici non si danneggiano. Così potrete prevenire anche la formazione di antiestetici aloni derivanti dalla combinazione di acqua e particelle di sporco, che potrebbero rovinare velocemente il tappeto. Grazie a questo semplice consiglio lo used look del vostro tappeto vintage rimarrà un elemento di design alla moda, senza trasformarsi in una triste verità.  

Non lasciare seccare le macchie 

Succede a tutti: si cerca di stare particolarmente attenti, ma prima ancora di rendersene conto, ecco che si verifica un inconveniente e il bel tappeto vintage si macchia. Ma questo non è un motivo per farsi prendere dal panico. L’importante è non lasciare seccare la macchia, ma agire velocemente sul tappeto rétro. Pertanto, prestate attenzione in particolare alle istruzioni per la cura senza attendere troppo a lungo. Per i tappeti più piccoli, è sufficiente sbatterli all’aperto e lavarli con un po’ di shampoo o un detergente delicato nella vasca da bagno o nella doccia. Tuttavia, lasciate sempre asciugare bene il vostro tappeto vintage per evitare la conseguente formazione di aloni o muffa. Sui tappeti più grandi le macchie possono essere rimosse facilmente con un detergente specifico in polvere o in schiuma. Anche in questo caso, fate attenzione alle istruzioni per l’uso del detergente e alle istruzioni per la cura dei vostri tappeti, poiché la tollerabilità può variare a seconda del materiale.

Girare il tappeto di 180° 

A primo impatto potrà sembrare un consiglio strano o forse superfluo, ma è consigliabile prestare molta attenzione al vostro tappeto vintage e alla disposizione della stanza. La luce del giorno e i punti di pressione possono deteriorare il vostro tappeto tanto quanto lo sporco e le macchie, anche se i danni non sono immediatamente visibili. Mobili pesanti o sedute usate frequentemente gravano con il loro peso sulla superficie del tappeto vintage e possono imprimersi e danneggiarlo in modo permanente. Inoltre, l’esposizione prolungata alla luce del giorno fa sì che i colori si sbiadiscano. Per far fronte a questi problemi, il più delle volte è sufficiente girare il tappeto rétro di 180° due volte l’anno al fine di proteggere i punti sollecitati. È così semplice prendervi cura del vostro tappeto vintage, affinché si mantenga nel tempo! 

Consulenza telefonica

I nostri operatori sono disponibili dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 17 per domande e consigli.

+39 069 480 12 36

Spedizione gratuita e reso gratuito

Per le spedizioni e eventualmente i resi all'interno della Germania non ci sono spese di spedizione. Le spese di spedizione verso Estero le può trovare nella pagina "Pagamento e spedizione"

Ha 60 giorni di tempo per fare il reso

Se non Le piace la merce, il reso é gratuito entro 60 giorni. Per maggiori dettagli utilizzi il link "Pagamento e spedizione".

nach oben